La mia pessima esperienza con M.U.D. (e la mia ottima esperienza con paypal)

Ciao a tutti!
Vi scrivo per raccontarvi una pessima esperienza che ho avuto (e che fortunatamente si è risolta senza grandi danni) e per verificare se la stessa cosa sia capitata anche a voi e come sia per voi finita.
Come vi avevo già scritto, a gennaio ho ordinato una green box dal M.U.D. Store ed ero davvero curiosa di sapere cosa mi sarebbe arrivato.
È successo, però, che la M.U.D. ha unilateralmente deciso che, vista la scarsa convenienza economica dell’affare, non avrebbe inviato più nessuna box (nemmeno quelle già in lavorazione). Questa decisione è avvenuta davvero da un giorno all’altro, in modo totalmente improvviso: un momento prima pubblicizzavano le loro box e il loro servizio, il momento dopo hanno dato questo incredibile annuncio.
A questo comportamento, già in sé molto scorretto, si è aggiunto il mancato rimborso per lungo tempo delle somme da me (e da molti altri utenti) già corrisposte per la box mai inviata.
Ho ripetutamente contattato il servizio clienti M.U.D. per chiudere la questione in via amichevole (sia via e-mail sia tramite la pagina Facebook sia, infine, tramite il servizio reclami di paypal), ma ho avuto da loro solo risposte poco tranquillizzanti.
La vicenda si è per me fortunatamente risolta grazie all’intervento di paypal. Non so se ne siete informati, ma paypal garantisce a chi acquista tramite il loro servizio il rimborso del prodotto ogniqualvolta non giunga a destinazione. Io non avevo mai sperimentato questa funzione, ma posso ritenermi molto soddisfatta di come paypal ha gestito la cosa: dopo le opportune verifiche del caso, ha tranquillamente riaccreditato i soldi sulla mia carta, dandomene pronto avviso. Non ho, pertanto, subito alcun reale danno, a parte la brutta arrabbiatura.
Mi dispiace, però, di aver letto in rete che gli utenti che non si sono affidati a paypal non sono stati altrettanto fortunati: non solo non hanno avuto il rimborso, ma alla fine non hanno nemmeno più ricevuto risposte dal servizio clienti, il quale – dopo aver chiesto a tutti di pazientare con i pagamenti – si è reso irreperibile cancellando del tutto la propria pagina Facebook.
Cosa sarà successo, quindi? Una madornale leggerezza da parte del gestore o una vera e propria truffa on line?
Io non voglio esprimermi, ma vi consiglio di tenere gli occhi bene aperti.
Per quanto mi riguarda, questa storia mi ha comunque insegnato qualcosa: per gli acquisti on line è sempre meglio adoperare il servizio paypal.
E voi avete avuto brutte esperienze con gli acquisti on line? Come avete risolto la cosa? Parliamone!
xxx
Didi

Bio box Una Donna Vagabonda

Ciao a tutti!
Scusate la mia assenza prolungata, ma avevo in mente di scrivervi un articolo per confrontare la bio box Una Donna Vagabonda con la green box di M.U.D..
È successo, però, che mentre la bio box di Una Donna Vagabonda è arrivata puntualissima, ad oggi non sia ancora arrivata la green box di M.U.D. (che ho ordinato più di un mese fa), né mi sia arrivata alcuna e-mail che mi assicuri l’avvenuta spedizione della stessa.
Visto che non posso attendere ulteriormente, vi pubblicherò le mie impressioni sulla sola bio box Una Donna Vagabonda.
Premetto che la box rientra nell’abbonamento semestrale che ho sottoscritto a novembre. Prima di ricevere la prima box, ho compilato un dettagliatissimo questionario specificando tutti i miei gusti, le mie preferenze e le mie esigenze. Finora ho ricevuto quattro box, tutte pienamente conformi al questionario compilato.
Ecco la foto della mia box di febbraio:

20140221-134948.jpg
Nel dettaglio, ho ricevuto i seguenti prodotti:
– shampoo lavaggi frequenti TEA Natura 6 €
– emulsione corpo Bio Passion all’argan e fiori di arancio della BEMA 7,90 €
– detergente intimo alla malva, lichene e tea tree oil di TEA Natura 6 €
– refill ombretto Nabla color Atom 6,50 €
– pastello labbra Amore di Neve Cosmetics (che ho già recensito qui) 4,90 €
– matita occhi Couleur Caramel color oliva, 12,90 €.
Tutti i prodotti, a eccezione della sola emulsione corpo (che è sicuramente validissima, ma in genere non uso) sono perfetti per me è per le mie esigenze.
Come potete notare, poi, il loro valore complessivo supera di gran lunga il costo della box (che, se presa singola, viene 18,15€ – spese di spedizione incluse – e, acquistata in abbonamento, ammonta a circa 15€ per box, sempre spese incluse).
Ora vi do la mia opinione sul servizio bio box udv.
Le quattro box che ho ricevuto sono state tutte confezionate benissimo, con attenzione e cura, seguendo scrupolosamente il questionario. Ad ogni confezione, ho anche ricevuto una busta dipinta a mano molto bella (addirittura nell’ultima box anche una piccola pochette).
Una sola volta ho avuto qualche problema con la consegna, ma la titolare, Laura Scotti, ha brillantemente risolto il tutto nel giro di poche ore.

La mia opinione, pertanto, è più che positiva.
Ora, ho letto qualche recensione in rete sulla bio box udv e ho visto che alcuni protestano perché il valore complessivo delle box ricevute varia da persona a persona. Qualcuno ha addirittura ipotizzato che le blogger siano trattate in modo diverso rispetto ai “comuni clienti”.
Dal mio punto di vista, queste accuse sono totalmente infondate.
Quando ho sottoscritto il contratto per l’abbonamento semestrale, la titolare del servizio non aveva idea che io fossi una blogger e, nonostante questo, mi ha sempre trattata benissimo. Nulla è cambiato, poi, quando ha saputo che gestivo questo sito.
Perché allora non tutte le box hanno lo stesso valore? Semplice: tutto dipende dalle preferenze dei singoli. Personalmente, posso dirvi che preferisco ricevere prodotti di valore inferiore, ma mirati sulle mie esigenze, piuttosto che avere cosmetici che non uso e che resterebbero sul fondo di un cassetto.
Concludendo, posso dirvi che il servizio box udv è promosso a pieni voti. Quello di M.U.D., invece, è semplicemente non pervenuto.
Bene, queste sono le mie impressioni. Quali sono, invece le vostre? Conoscete uno di questi servizi di box? Fatemi sapere con un commento!
xxx
Didi